mercoledì 18 aprile 2018

Confusa e innamorata, Colleen Oakley


TITOLO: Confusa e innamorata

AUTORE: Colleen Oakley

CASA EDITRICE: Newton Compton

PREZZO DI COPERTINA: 10.00euro













Sinossi

Jubilee Jenkins non è una bibliotecaria qualsiasi. Ha una rarissima allergia al contatto umano: sfiorare la pelle di qualcun altro potrebbe letteralmente ucciderla. Ma dopo essersi ritirata in completa solitudine per quasi dieci anni, Jubilee decide di affrontare di nuovo il mondo, nonostante i rischi. Armata di guanti, maniche lunghe e della sua fedele bicicletta, finalmente si avventura oltre la porta, verso il proprio futuro. Anche Eric Keegan ha parecchi grattacapi. Ha una figlia che ha smesso di parlargli dopo che il suo matrimonio è naufragato e un figlio adottivo brillante ma problematico, che si esercita nel tentativo di riuscire a usare la telecinesi. Eric si sta sforzando di rimettere in sesto la propria vita e diventare il padre – e l’uomo – che vorrebbe disperatamente essere. Quando incontra casualmente al bancone della biblioteca Jubilee, molto bella ma eccentrica, non desidera altro che poterle stare accanto. Ben presto Jubilee ed Eric si troveranno a vivere qualcosa che sognano, ma che è totalmente fuori dalla loro portata. O forse no?



Recensione

Questo romanzo è una vera e propria perla. 
Quello che l'autrice ci regala non è la classica storiella ma un libro profondo e delicato allo stesso tempo. 
Jubilee è allergica al contatto umano e per questo motivo è sempre stata chiusa in casa, evitato persone e situazioni scomode, costantemente chiusa nel suo nido. Dopo quasi dieci anni decide di farsi forza ed affrontare il mondo, un paio di guanti e una bicicletta diventeranno suoi alleati e il suo nido diventerà la biblioteca dove lavora. Qui, per caso o per fortuna, incontra Eric e il suo bambino, un incontro che le cambierà la vita. Al di là della storia d'amore, il romanzo si focalizza su temi molto importanti come: la solitudine; i disagi dovuti alla perdita dei propri cari; l'agorafobia.  L'autrice è stata brava nel presentarli con la delicatezza che caratterizza la sua scrittura, regalando emozioni e riflessioni ma, soprattutto, facendo sì che il lettore senta, quasi come fossero i propri, questi disagi. 
Quello che più mi ha colpita di questo libro è stata proprio la dolcezza che si respira tra le pagine, un sentimento che consente di cogliere il senso profondo della storia e di vedere al di là del romanzo rosa tout court. 
Jubilee si troverà ad affrontare un percorso di rinascita e a prendere piano piano consapevolezza della bellezza del mondo che la circonda. Attraverso le sue parole è come se la scrittrice volesse esortare ognuno di noi ad uscire dal proprio bozzolo per aprirsi a nuove esperienze,  rimettendoci qualche volta il cuore e altre a scoprire la meraviglia di un universo che per troppo tempo è stato nascosto. 


VOTO

martedì 20 marzo 2018

Mai più innamorata, Cecile Bertod




TITOLO: Mai più innamorata

AUTORE: Cecile Bertod

CASA EDITRICE: Newton Compton

PREZZO DI COPERTINA: 10.00euro














Sinossi

Daphne è una famosissima autrice di romanzi erotici e per il suo ultimo libro ha appena firmato un contratto con un anticipo da capogiro. Però, dopo aver incassato l’assegno, la sua ispirazione si è come bloccata. Non risponde alle numerose email del suo editore e si barrica dentro casa, fino a quando non decide di ascoltare il consiglio del suo commercialista, che le propone di tornare nel paesino in cui è nata e trascorrere lì qualche giorno in totale relax. Sperando di trovare la giusta concentrazione, Daphne va quindi a Banff, ma le cose non migliorano affatto. Tutt’altro. A renderle la vita impossibile ci pensa Edward, un architetto che ha un conto in sospeso con lei, perché uno dei suoi libri gli ha causato non pochi problemi… Eppure, anche se è difficile da ammettere, Daphne si rende ben presto conto che riesce a scrivere solo quando vede Ed. E lei non intende in alcun modo rinunciare alla possibilità di terminare il suo romanzo…



Recensione

Spesso noi lettori siamo afflitti da quello che identifichiamo come blocco del lettore, in questo caso invece la nostra protagonista è stata colpita dal blocco dello scrittore. 
Daphne è una scrittrice di romanzi erotici ma ultimamente ha perso completamente l'ispirazione e nonostante le continue insistenze del suo editore, non è proprio in grado di sedersi e continuare a redigere il suo romanzo. A complicare di certo la situazione di stallo della protagonista ci sono dei problemi familiari. Decisa a riprendere in mano le redini della sua vita e del suo lavoro, Daphne si trasferisce a Banff, il paesino in cui è nata, dove incontra Ed, l'uomo che le farà tornare la voglia di scrivere. 
All'inizio ho trovato il libro poco scorrevole tanto che ho pensato diverse volte di abbandonarlo, con lo scorrere dei capitoli la situazione è un po' migliorata. Attratta da una protagonista scrittrice ho deciso di intraprendere questa lettura che, sinceramente, mi aspettavo migliore. Mi è piaciuto l'incontro - scontro tra i due personaggi e lo scambio di battute ironiche ma la narrazione l'ho sentita poco scorrevole. A livello contenutistico la storia mi è piaciuta ma, non avendo mai letto nulla di questa autrice (pur avendone sempre sentito parlare bene) credevo avesse uno stile molto più fluido ed ironico.  Ho trovato una focalizzazione più approfondita sulla storia dei due personaggi piuttosto che sul cardine principale della storia e allo stesso tempo ho notato che, a mio avviso, è stata data troppa importanza ad elementi di contorno. Non mi ha colpita del tutto, forse perché vi avevo riposto troppe aspettative. 


Voto

mercoledì 14 marzo 2018

Una serata con Grace Kelly, Lucy Holliday






TITOLO: Una serata con Grace Kelly

AUTORE: Lucy Holliday

CASA EDITRICE: HarperCollins

PREZZO DI COPERTINA: 14.90euro













Sinossi

Non c'è pace per Libby Lomax! Ha capito troppo tardi che Olly, il suo migliore amico, è il grande amore della sua vita, e adesso che lui è innamorato della bellissima Tash il lieto fine sembra definitivamente fuori della sua portata. Solo quando inizia a frequentare Joel e scopre che lui è molto di più dei suoi addominali scolpiti, e per giunta è convinto di aver trovato la donna dei suoi sogni, il futuro le appare meno nero. Poi un'ospite inattesa si materializza sul suo divano. È nientemeno che Grace Kelly in persona, con indosso il suo magnifico abito da sposa, ed è certa che Libby sia frutto della sua immaginazione. Se c’è una cosa a cui Grace proprio non crede sono le favole, ma è convinta che se desideri qualcosa devi fare di tutto per ottenerla. E se avesse ragione lei?, non può che chiedersi Libby. Forse il lieto fine non esiste solo per le principesse delle fiabe...

 

Recensione
Con questo nuovo capitolo, tornano le avventure di Libby Lomax e del suo divano dove, precedentemente, erano già comparse due star del cinema (Audrey Hepburn e Marilyn Monroe). Questa volta a  mettere le idee ancora più in subbuglio alla nostra protagonista è Grace Kelly la quale si manifesta in un momento non proprio facile per Libby. 
Accortasi troppo tardi di essersi innamorata del suo migliore amico, Libby ripiega su un uomo dall'aspetto a dir poco affascinante, convinta di provare qualcosa di importante nei suoi confronti. L'arrivo di certo non aspettato della diva del cinema le porterà non poco scompiglio e le farà perdere tutte quelle che credeva essere delle certezze. 
Anche in questo terzo volume, come nei precedenti, l'autrice è stata abile nel tratteggiare perfettamente la figura di Grace Kelly, rendendola quanto più vicina agli standard che ci sono stati propinati dalla tv e creando quasi un effetto reale. 
L'ironia è la carta vincente dell'intera saga perché eventi così surreali, come l'improvvisa comparsa di una diva a casa tua, non potevano non essere narrati con quel pizzico di divertimento che rende la lettura ancora più scorrevole e gradevole. 
Ancora una volta vengono sottolineate le fragilità di Libby, fragilità che la rendono molto simile a chi legge e quindi consentono al lettore di ritrovarsi nella protagonista del romanzo. 
Il lieto fine era immancabile ma ciò che più mi ha colpito di questo romanzo, come dell'intera serie, è proprio stata questa idea geniale di mettere insieme due personaggi così diversi tra loro che hanno però in comune anche qualche debolezza e che quindi ritrovano se stesse l'una nell'altra.



VOTO 


giovedì 22 febbraio 2018

La libreria dove tutto è possibile, Stephanie Butland






TITOLO: La libreria dove tutto è possibile

AUTORE: Stephanie Butland

CASA EDITRICE: Garzanti

NUMERO DI PAGINE: 272

PREZZO DI COPERTINA: 17.90euro









Sinossi

Nel cuore di York, nel Nord dell’Inghilterra, c’è una piccola e fornitissima libreria. È il rifugio preferito della giovane Loveday Cardew. L’unico luogo che sia mai riuscita a chiamare casa. Solo qui si sente al sicuro. Solo qui può prendersi cura dei libri proprio come i libri si prendono cura di lei. Perché è attraverso le loro pagine che la giovane libraia riesce a comunicare le emozioni e i sentimenti più profondi: la solitudine di Anna Karenina; la gioia di vivere di La fiera della vanità; le passioni travolgenti di Cime tempestose. 
Fino al giorno in cui comincia a ricevere misteriosi pacchi ricolmi dei libri con cui è cresciuta, e inizia a pensare che qualcuno stia cercando di mandarle un messaggio. Qualcuno che, forse, la conosce bene e che conosce anche la sua infanzia, divisa tra una madre assente e una donna che ha cercato di esserne il sostituto. Un’infanzia piena di ricordi difficili. Loveday non ha la minima idea di chi possa essere e del motivo per cui il misterioso mittente si ostini a non lasciarla in pace. Sa solo che non può più continuare a nascondersi e a fare finta di niente: se vuole costruirsi un futuro diverso, migliore, deve affrontare il passato che ha fatto di tutto per lasciarsi alle spalle. Al suo fianco, pronto ad aiutarla a raccogliere tutto il coraggio di cui ha bisogno, c’è il brillante e dolcissimo Nathan, poeta in erba, l’unico che sembra conoscere la strada per arrivare al suo cuore. A poco a poco, con i suoi versi pieni di speranza, riesce a scalfire il guscio che Loveday si è costruita intorno e a regalarle la promessa di una felicità che lei, in fondo, non vede l’ora di afferrare.





Recensione

Quando mi sono resa conto dell'uscita di questo nuovo romanzo, la prima cosa che ho pensato è stata che dovevo leggerlo perché si parlava di libri e del loro potere salvifico. Quello che ho riscontrato fin dalle prime pagine è che non è il solito romanzo in cui si parla semplicemente della passione per la lettura, della bibliofilia o di qualunque altro tema ad essa connesso, dentro quelle pagine c'è molto di più. 
La storia è quella di Loveday, una ragazza che lavora in una libreria nel cuore di York, che un giorno vede recapitare al lavoro un pacco di libri che apparentemente le sono familiari e che poi scoprirà essere molto di più. 
Della protagonista impariamo a conoscere qualunque aspetto della sua vita, presente e passata, perché l'autrice è stata molto abile nell'intervallare i due momenti, usando una scrittura sì scorrevole ma giocando molto sull'uso delle emozioni. Vi assicuro che questo romanzo di emozioni ve ne regala veramente tante. 
Dall'inizio fino all'ultima pagina si dipana una storia toccante, si toccano argomenti molto pesanti e seri che l'autrice ha saputo trattare con estrema delicatezza: l'abbandono infantile, le violenze familiari e non. 
C'è per Loveday un processo di rinascita e maturazione che si evolve mano a mano che si procede con la lettura. Ci sono momenti in cui il passato torna a turbarla ancora ma anche tante possibilità di riscatto, ma soprattutto ci sono tanti momenti di affetto condivisi con le persone che le sono vicine. 
Il romanzo è da leggere assolutamente! Dietro quella sinossi c'è tutto un mondo da scoprire e lo farete in punta di piedi, con quella delicatezza che l'autrice ha utilizzato per narrarne la storia. 



VOTO

martedì 13 febbraio 2018

Un amore dolcemente complicato, Miranda Dickinson












TITOLO: Un amore dolcemente complicato

AUTORE: Miranda Dickinson

CASA EDITRICE: Newton Compton

NUMERO DI PAGINE: 384

PREZZO DI COPERTINA: 9.90euro






SINOSSI

Un singolo giorno può cambiare tutto. Nell Sullivan è nota tra i suoi amici per essere la precisina con un “piano quinquennale”. La sua agenda è sempre fitta di impegni e non c’è nessuno in tutta Londra altrettanto organizzato e responsabile. Ma quando si trova senza un lavoro e di nuovo single nello stesso giorno, Nell decide che è arrivato il momento di smetterla di pianificare tutto e cominciare a correre dei rischi. È così che mette insieme i suoi risparmi per concedersi finalmente un viaggio verso la città nella quale tutto è possibile: San Francisco. Neanche il tempo di arrivare, e viene accolta da una variegata e bizzarra ondata di nuove conoscenze, tra cui l’intrigante e bellissimo Max. Molto presto, grazie a loro, comincerà a sentire la città californiana come una seconda casa. Ma, arrivato il momento di tornare a Londra, metterà in valigia anche la nuova Nell, quella più spontanea e rilassata? E la magia di San Francisco continuerà a produrre effetti anche a miglia e miglia di distanza?



RECENSIONE 

Ci sono momenti nella vita che sono destinati a cambiare per sempre il corso degli eventi. Nell, intenta a pianificare ogni cosa e avvenimento della sua vita, improvvisamente si ritrova catapultata in un'altra realtà, in un attimo perde il lavoro e il fidanzato. Se in un primo momento la protagonista si sente smarrita, in preda a crisi esistenziali, in un secondo momento è in grado di rialzarsi e di reinventarsi decidendo di affrontare un viaggio a San Francisco. 
Da qui in avanti la storia diventa una vera e propria descrizione del processo di maturazione del personaggio che, attraverso la conoscenza di nuove persone, il rapporto stretto con la cugina, ma soprattutto i luoghi incantevoli della nuova città, imparerà a leggersi dentro e a riportare alla luce quelle passioni e quei sogni che per troppo tempo aveva celato in un cassetto. Anche quando Nell farà ritorno a Londra, sarà una ragazza diversa. 
La storia è bella proprio perché l'autrice ha coniugato bene la parte descrittiva (regalandoci atmosfere suggestive della città) e quella riflessiva del percorso di rinascita della protagonista. Lo stile scorrevole rende fruibile la lettura e fa sì che il lettore ne rimanga incollato alle pagine. Credo che in questo romanzo ci sia un po' di tutto: l'amore, la rinascita, il coraggio e l'amicizia, elementi che correlati tra di loro hanno reso la storia ben scritta. 

VOTO


giovedì 25 gennaio 2018

La felicità arriva quando decidi di cambiare vita, Raphaelle Giordano





TITOLO: La felicità arriva quando decidi di cambiare vita

AUTORE: Raphaelle Giordano

CASA EDITRICE: Garzanti

NUMERO DI PAGINE: 304

PREZZO DI COPERTINA: 17.90euro





SINOSSI:

Per il manager Maximilien Vogue la giornata è iniziata con il piede sbagliato. Sta di nuovo litigando con la bella Julie che ora, stanca delle continue discussioni, gli porge un volantino con la presentazione di un corso quanto mai insolito. Un corso tenuto da una donna altrettanto stravagante. Si chiama Romane e di professione combatte l’arroganza sempre più diffusa. È convinta che il mondo sarebbe un posto migliore se tutti praticassimo la gentilezza. Lei sa come insegnarla e offre un biglietto di sola andata per la felicità a chi sceglie di mettersi in gioco. Da buon scettico, Maximilien non crede a una sola parola. Ma poi, un po' per gioco un po' per curiosità, decide di iscriversi al corso. Dapprima i consigli di Romane gli sembrano semplici e banali. Eppure, a poco a poco, si accorge che dentro di lui qualcosa sta cambiando. Scopre che basta un piccolo gesto, ogni giorno, per ritrovare il piacere della condivisione e la bellezza della quotidianità: al mattino dedicare almeno un’ora a prendersi cura di un fiore o di un animale domestico; annotare quanti «grazie» riusciamo a dire prima di andare a letto; imparare a riconoscere e accettare gli errori commessi durante la giornata. E si rende conto che non c’è niente di meglio che trascorrere del tempo con gli amici e riprendere la buona vecchia abitudine di stringere la mano per ritrovare rapporti autentici e duraturi. Perché è solo mostrando il nostro lato più sensibile e attento alle esigenze degli altri che possiamo cambiare la nostra vita e raggiungere la felicità. Quella vera che, una volta trovata, non si può più dimenticare.



Recensione
  
Il romanzo inizia in medias res, con il protagonista Maximilien che sta litigando, per l'ennesima volta, con la sua compagna Julie la quale, in preda allo sconforto, lo invita a partecipare a degli incontri tenuti da una certa Romane. Romane combatte l'arroganza e lo fa tenendo una terapia  di gruppo e fornendo consigli di comportamento. Se dapprima Maximilien si dimostra alquanto scettico, con il passare del tempo ne troverà vantaggio e riscoprirà la bellezza delle piccole cose e dei piccoli gesti, gesti a cui spesso non badiamo o a cui non diamo troppa importanza ma che possono rivelarsi la vera e propria chiave che apre le porte della felicità. 
Raphaelle Giordano ci racconta tutto questo parlando in modo diretto al punto che il lettore si sentirà coinvolto in prima persona negli spunti di riflessione che il romanzo fornisce, è un po' come se anche lui prendesse parte a questi incontri. I suoi romanzi hanno il potere di attirare l'attenzione di chi legge perché sono un po' come un aiuto per la vita di tutti noi. Sebbene l'autrice tratti temi che non sono di facile scrittura, è capace di rendere tutto più chiaro attraverso la voce dei personaggi. 
Il romanzo mi è piaciuto proprio perché ha questo potere di andare oltre la storia tout court e abbracciare riflessioni su argomenti più grandi e di forte rilievo.
Lo consiglio!

VOTO


Non ho tempo per amarti, Anna Premoli





TITOLO: Non ho tempo per amarti

AUTORE: Anna Premoli

CASA EDITRICE: Newton Compton

NUMERO DI PAGINE: 320

PREZZO DI COPERTINA: 10.00euro




Sinossi

Julie Morgan scrive romanzi d’amore ambientati nell’Ottocento. Di quell’epoca ama qualsiasi cosa: i vestiti lunghi, gli uomini eleganti, le storie romantiche che nascono grazie a un gioco di sguardi o al semplice sfiorarsi delle mani… L’unica cosa che salva del mondo di oggi è lo shopping online, che le permette di non mettere il naso fuori dal suo amatissimo e solitamente silenzioso appartamento. Almeno finché – proprio al piano di sopra – non arriva un misterioso inquilino: un ragazzo strano, molto giovane e vestito in un modo che a Julie fa storcere il naso. È davvero un bene che lei sia da sempre alla ricerca di un uomo d’altri tempi, perché il suo vicino, decisamente troppo moderno, potrebbe rivelarsi ben più simpatico di quanto avrebbe mai potuto sospettare…



Recensione

Julie Morgan è la classica protagonista romantica, quella che crede nel principe azzurro, un principe che però abbia comportamenti nobili e quasi ormai superati, il suo ideale è un po' come i protagonisti dei romanzi che lei stessa scrive. A spazzare via tutte le sue certezze in fatto di uomini c'è il nuovo inquilino del piano superiore, un musicista giovane e molto al passo con i tempi per quanto riguarda la moda. La protagonista non è da meno in fatto di vestiario, è un po' una Bridget Jones dei nostri tempi, con ciabatte a forma di unicorno e maglie con stampe buffe. 
Inutile negare il profondo distacco che lega le due vite, un contrasto su cui l'autrice gioca molto bene le sue carte in fatto di ironia, regalandoci così dialoghi comici ed esilaranti. Tratto costante dei romanzi della Premoli è proprio quello di creare un diverbio tra i due personaggi, creando ogni volta romanzi ironici. 
In questo caso, la particolarità sta nell'età del ragazzo che ha  ben dieci anni in meno! Ed è così che si crea tra i due personaggi un vero e proprio scontro di vedute anche se sarà proprio Julie a capire che la differenza di età non è poi così grande da impedire a due persone di trovarsi.
Un altro tema che la Premoli affronta in questo libro, riprendendo quasi il filone del precedente romanzo, è quello dei romanzi rosa. Se Julie si occupa della stesura di romanzi d'amore ambientati nell'ottocento, le sue amiche condividono con lei la passione per la scrittura rosa, intesa nelle sue diverse sfaccettature. 
I personaggi vengono tratteggiati nella loro interezza. Lo stile di scrittura si presenta scorrevole e la presenza di un'ironia pungente ne facilita ancor di più la lettura. 
Inutile dire che ho adorato questo romanzo, perché vi ho ritrovato tutti i tratti costanti dello stile della scrittrice e perché Julie incarna un po' tutte noi. 

VOTO